IL SISTEMA DI PREVENZIONE D'ATENEO

CRITERI NELLA COSTRUZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE

Stanno alla base del sistema di gestione della sicurezza dell’Ateneo udinese alcuni criteri che chiariscono il perché delle scelte fatte e del modello di sistema di gestione attuato.
Criterio della "prevenzione integrata":

         

       

Questo criterio deriva direttamente dagli obiettivi delle direttive comunitarie e si concretizza con la creazione di strumenti adatti a:

  • integrare gli aspetti della sicurezza e prevenzione fin dalle scelte iniziali;

  • integrare gli aspetti della sicurezza durante lo svolgimento della normale attività, facilitando tutti i soggetti coinvolti nello svolgimento dei compiti propri definiti dalle normativa (in particolare per quanto riguarda il D.M. 363/98).

Criterio del "percorso autogestito"

   
   

Questo criterio deriva dal fatto che si vuole coniugare la necessità di risolvere il problema sicurezza all’interno delle Università lasciando allo stesso tempo ad ogni struttura la libertà di scegliere il percorso più idoneo da seguire per raggiungere l’obiettivo, quello della soluzione del problema sicurezza, nel rispetto comunque di regole generali, vincoli e requisiti. Questo per permettere la creazione di un sistema che tenga conto delle particolarità delle varie strutture. Il tutto all’interno di un quadro che segue indirizzi e criteri predefiniti e che consente di uniformare e coordinare le azioni.


Criterio dell’ "analogia con il complesso condominiale"

   
   

Questo criterio deriva da una metafora: ai fini della gestione della sicurezza e prevenzione l’Università può essere paragonata con quella di un complesso condominiale. In entrambi i casi ci sono aspetti di gestione complessiva definiti dall’amministratore (per l’Università il Rettore) e aspetti di gestione autonoma definiti dai singoli gestori di piano e dagli inquilini (per l’Università rispettivamente il Responsabile di Struttura ed il RADRL per tutte le attività a rischio specifico svolte).In pratica, come l’Amministratore del complesso condominiale delinea dei criteri di comportamento ai quali ogni singolo gestore ed inquilino deve attenersi garantendogli comunque piena libertà di manovra all’interno del suo piano od appartamento, allo stesso modo il Rettore definisce delle regole generali, alle quali i vari responsabili (responsabile di struttura, responsabile dell’attività di didattica e ricerca in laboratorio) devono attenersi, garantendo loro, all’interno di tali regole la piena libertà ed autonomia. L’integrazione di questi criteri ha portato alla nascita del modello di sistema di gestione della sicurezza presente nell’Ateneo Udinese che di seguito viene descritto.

 
         
   

Avanti >>

   
         
         
  © - Servizio di Prevenzione e Protezione  2008

SPP@amm.uniud.it